Spot Tv Sky contro aumento IVA


Bufera sulle pay TV

E’ di questi giorni la decisione del Governo Berlusconi di aumentare l’IVA sulla Tv satellitare SKY: a partire dal 1° gennaio 2009 essa passerà dall’attuale 10% al 20%, comportando un “ritocco” al portafoglio di tutti gli italiani abbonati.

Colpa della Unione Europea –  dicono – che, avendo segnalato da diversi mesi un disallineamento tra l’IVA al 20%  applicata al digitale terrestre  (Mediaset in primis) e quella al 10% applicata ai servizi SKY, minacciava una procedura di infrazione contro l’Italia. Come se non fosse già una punizione sufficiente averci dato l’Euro con il raddoppio dei prezzi che ne è conseguito e il dimezzamento del potere d’acquisto di tutti i portafogli italiani.

Peccato che nessuno abbia notato che alla Unione Europea non interessa altro che l’allineamento dell’IVA, indipendentemente dal valore.

Peccato che nessuno ricordi che in Aprile 2008 l’Unione europea aveva suggerito molto più adeguatamente all’Italia di allineare l’IVA di tutte le pay tv al 10%, non di aumentare l’IVA di Sky al 20%. Anzi, aveva addirittura segnalato che c’era da modificare qualcosa nella legislazione italiana.

Peccato che alla fine nessuno faccia caso al fatto che l’IVA, detta anche “Imposta sul Valore Aggiunto” non sia altro che una tassa che proviene dal denaro del compratore, cioè gli abbonati, anche se viene dichiarata dalla azienda che fattura.

Ma di fatto la paghiamo noi cittadini. Di fatto, alza il prezzo finale del prodotto, e del 10%, più della stessa inflazione. Di fatto quel 10% in più esce dalle nostre casse e finisce in quelle dello Stato.

Io non vedo SKY, non vedo pay TV e non mi importa di SKY o Mediaset, di destra o sinistra. Certo sarebbe stato meglio evitare fin dall’inizio questa disuguaglianza, visto che l’IVA nei paesi della comunità europea  è un’imposta regolata proprio dalla VI Direttiva Europea. Ma apprezzerei di più sentir dire i veri motivi per cui vengono prese certe scelte, perché vengono percorse certe strade, invece di leggere “Ce lo ha imposto l’Ue”, quando l’Ue non ha mai imposto la cifra ma solo l’allineamento, proponendolo per giunta verso il basso.

Ma da cosa è regolamentata l’IVA in Italia? Esistono tre classi di IVA: 4%, 10%, 20%. I rispettivi campi di applicazione sono indicati nel Decreto del Presidente della Repubblica n° 633 del 1972 e successive modificazioni/integrazioni

Riguardo alla applicazione dell’IVA nel campo radiotelevisivo c’è un particolare da tenere in considerazione: alla “PARTE III – BENI E SERVIZI SOGGETTI ALL’ALIQUOTA DEL 10%” il dpr 633/72 contiene il paragrafo 123-ter che testualmente indica

Canoni di abbonamento alle radiodiffusioni circolari trasmesse in forma codificata, nonche’ alla diffusione radiotelevisiva con accesso condizionato effettuata in forma digitale a mezzo di reti via cavo o via satellite ivi comprese le trasmissioni televisive punto-punto“.

Il decreto legge anticrisi varato il 29 novembre 2008 lo ha semplicemente soppresso.

Ai posteri l’ardua sentenza.

Ecco lo spot che Sky ha preparato a commento dell’“affaire IVA“.

NOTA:  Poiché il 123-ter è stato eliminato e NON conteneva specificatamente il nome  “SKY”, da cui è evidente che non era stato concesso alcun privilegio a SKY, e dato che il Governo non vuole “privilegiare” NESSUNO,  l’IVA al 20% sarebbe da applicare a TUTTE le pay tv e a TUTTI i servizi televisivi non in chiaro (presenti e future), INDISTINTAMENTE.

Questa voce è stata pubblicata in Generale, TV e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Spot Tv Sky contro aumento IVA

  1. Pingback: Piccole Televisioni crescono| DaringToDo.com

  2. Pingback: Sceneggiati RAI: Il Segno del Comando. Le Magiche Notti Romane di Carla Gravina e Ugo Pagliai

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...