//
stai leggendo...
Comunicare oggi, Esperienze: Informatica, Prove sul campo

Come creare un blog

Quando nel lontano 2006 iniziai questo blog non lessi assolutamente nulla su come si crea un blog, non seguii alcuna linea guida, non programmai a tavolino di cosa avrei parlato.

Non avevo nemmeno mai tenuto diari per mio conto, sono un tipo abbastanza solitario e non pendo dalle labbra altrui, per cui anche se qualcuno non è d’accordo con me – o è d’accordo con me – non mi cambia la vita….
Ho quindi seguito il mio gusto e il mio desiderio personale
, che era, ed è, quello di esprimere le mie opinioni e farlo in una maniera personale e gradevole anche esteticamente.

Per il materiale decisi di attingere alle mie esperienze, alle mie idee, ai miei pensieri, pur sapendo che non avrei cambiato la vita di nessuno ma fiduciosa che anche una parola sia un seme che germoglierà in futuro.

Per la veste grafica ho lasciato al mio piacere e al mio occhio, ho fatto prove e controprove finché ho trovato una combinazione grafica e una disposizione degli oggetti che ritenessi usabile per un normale utente senza conoscenze particolari.
Di tanto in tanto rivedo il discorso grafico per migliorarlo o aggiornarlo, mentre nella stesura degli articoli faccio uso di grassetti, paragrafi e virgolette, al fine di migliorare la leggibilità segnalando e separando le parti importanti.

Come piattaforma ho deciso di usare WordPress perché ho notato che ha un buon posizionamento e il tool è facilissimo da usare per chiunque;

Nel testo del post non uso parole chiavi particolari per il posizionamento, lascio fare al mio istinto, anche se il giorno dopo che ho pubblicato un articolo vedo che è già ben posizionato nei motori.

Ciononostante non ritengo si possa far tutto da sè, perciò per chi voglia aprire un blog e necessiti di buoni consigli posso segnalare questa guida che ho trovato molto completa e adatta a tutti i gusti.

Dicevo, io non ho progettato il mio blog e da quando l’ho aperto mi capita spesso di visionare vari blog.
Come sapete, ce ne sono talmente tanti che si perde il conto. Di recente perfino un mio partner di lavoro ha deciso di avviare e far avviare dai collaboratori decine di blog a scopo pubblicitario. Molti di questi sono stati aperti, riempiti di post la prima settimana e poi lasciati appassire per mancanza di tempo…..

Una volta si diceva che “Se non hai un sito web non esisti”; oggi, nel Web 2.0 il requisito essenziale per “esistere digitalmente” è avere un blog.
E allora perché non farlo?

Certo NON fatelo perché lo fanno tutti. Non serve a nessuno avviare un blog che si aggiornerà una volta all’anno nel migliore dei casi.
Un blog è un piccolo impegno con voi stessi e con gli utenti Internet, che, anche se non credete, prima o poi scopriranno il vostro blog e vi leggeranno, vi giudicheranno, vi conosceranno, vi commenteranno.

Troppo spesso noto blog abbastanza incasinati, difficili da navigare, con widget  piazzati tanto per essere piazzati, una grafica a dir poco rivoltante, colori eccessivamente forti, o troppo scuri, notturni, che urlano negli occhi, disperati “SONO QUI! SONO ECLATANTE! LEGGIMI!AMAMI!”

Come argomento del post: due parole. Sembra quasi che il post sia stato messo solo per “simulare” un aggiornamento del blog e renderlo di nuovo appetibile ai motori di ricerca, che penalizzano siti non aggiornati.

Ora non dico che non ci sia a chi piacciono blog con queste caratteristiche. Personalmente non mi piacciono, mia opinione e basta, punto!

Per mio conto ritengo che il modo migliore per farsi notare, sia non concentrarsi sul farsi notare, ma su cosa scrivere e come scriverlo, rendere la vita facile all’utente senza stordirlo con colori sgargianti o farlo impazzire durante la navigazione nel blog. 

Questo è il mio consiglio. Buon blog a tutti!

About these ads

Discussione

3 pensieri su “Come creare un blog

  1. Grazie dei consigli. Ero interessato a farmi un’idea e qui ho trovato valide risposte. Se ho intenzione di aprirlo? mah,ci sto pensando,l’unica cosa che proprio mi frena è “il far moda”. un saluto da parte anche dei miei (3) micetti

    Pubblicato da emanuele | 22 settembre, 2008, 9:51 am
  2. Ciao Emanuele e grazie del tuo riscontro ;-) Mai farsi frenare dai “se” e dai “ma”, se senti l’esigenza non esitare. Scrivere sul blog è divertente, utile e – perché no? – anche terapeutico.
    In bocca al lupo per il tuo blog allora!!

    Pubblicato da Vale | 23 settembre, 2008, 11:47 pm

Trackback/Pingback

  1. Pingback: Scrivere sul proprio Blog fa bene alla salute? « Valeria Barbera: My Blog - 27 aprile, 2009

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 257 follower