Quando è opportuno mentire


Avevo solo 14 anni quando mia sorella maggiore, che lavorava in altra città, tornò a casa a farci visita e come regalo portò anche il suo ultimo fidanzato.

I miei si agitavano sempre alla notizia del suo arrivo, perché aveva (ed ha) l’abitudine di passare al vaglio tutto ciò che eravamo (famiglia, casa , singole persone) e quello che avevamo fatto, detto e pensato o anche pensato di pensare da quando eravamo nati, guardandolo con una lente un po’ distorta e malfunzionante, forgiata con vari pregiudizi.

Il risultato finale dell’esame suonava come “Massa di Fessi”.  

Mio padre aveva imparato il segreto per andarci d’accordo:  fare sempre cenno di sì qualunque cosa dicesse, anche se erano fesserie, anche se affermava che era il Sole a girare attorno alla Terra abolendo centinaia di anni di faticosa evoluzione della scienza.

Io avevo solo 14 anni e non lo avevo ancora capito! Ero convinta che gli esseri umani fossero persone abbastanza ragionevoli, che apprezzassero la sincerità e la opinione spassionata, e soprattutto i miei mi avevano insegnato che le bugie non si dicono

Così quando mi chiamò nel soggiorno e, indicandomi un tipo stile Obelix, esclamò giuliva : “Questo è il mio futuro marito. Che ne pensi?”, nella mia mente ripassarono le immagini dei suoi precedenti fidanzati, molto gradevoli esteticamente, con accanto la immagine del “futuro marito“, stile Obelix. Alla fine del filmato feci una smorfia, scrollai le spalle e risposi con un laconico: “Non mi piace.”

Un vento gelido scese nella stanza, due statue di marmo si sostituirono ai corpi di mia sorella e del “futuro marito” e un silenzio profondo prese possesso della casa, ma nemmeno allora capii cosa era successo.

Cominciò a raffreddarsi nei miei confronti, io mi raffreddai di conseguenza senza capire perché lei si era raffreddata, e il mio raffreddamento rafforzò la sua convinzione, mentre io non capivo il motivo del suo strano raffreddamento. BRRR che freddo!!!!

Mesi dopo mia sorella in un litigio mi svelò che si era fatta anche lei un film: io preda della gelosia avevo rifiutato di accettare nella famiglia colui che aveva rubato il cuore della mia amata sorella, sottraendola al mio affetto e allontanandola per sempre dalla casa…..

Peccato che erano ormai passati 5 anni da quando mia sorella aveva iniziato a lavorare in altra città; peccato che erano trascorsi diversi mesi da quando lei aveva trovato un lavoro fisso e aveva preso la abitudine di tornare raramente; peccato che nel frattempo io fossi cresciuta e non fossi più la bambina che lei ricordava; e soprattutto peccato che con 3 sorelle e 1 fratello, fatta fuori lei mi era rimasta una folla a farmi compagnia; peccato che con la differenza d’eta che avevamo non è che lei fosse la mia compagna preferita di giochi prima del “fattaccio”; peccato insomma che mi fossi abituata da tempo alla sua assenza; e peccato che non mi abbia chiesto cosa o perché non mi piaceva del “futuro marito”.

Se lo avesse fatto avrebbe saputo tanti anni fa del filmato che mi era passato davanti e del motivo Obelix di quella risposta.

Ma non lo ha mai fatto. E da quel giorno l’ha sempre avuta con me e col “romanzo” che aveva scritto, il legame è diventato sempre più labile fino a renderci due estranee, semplicemente perché ho detto quello che pensavo e non quello che lei voleva che pensassi.

Morale: Non bisogna insegnare ai figli che dire le bugie è sbagliato. Bisogna istruirli su come e quando si devono dire!

Questa voce è stata pubblicata in Comunicare oggi, Vive la Strafottence e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Quando è opportuno mentire

  1. Pingback: Pregiudizi, incomprensioni e malelingue nuociono ai rapporti « Valeria Barbera: My Blog

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...